Vai ai contenuti

"Lascialo ancora quest'anno"

Religione > Sacra Scrittura > Riflessioni Varie sulla Parola


Riflessioni Varie sulla Parola
"Lascialo ancora quest'anno"


Sul Vangelo di Luca (Lc 13,1-9)

24 Marzo 2019

                                                                                                                           di Sac. Giuseppe Biamonte

“Padrone, lascialo ancora quest’anno, finché gli avrò zappato attorno e avrò messo il concime. Vedremo se porterà frutti per l’avvenire; se no, lo taglierai”».

Il tempo che il Signore ci regala è un tempo prezioso per la nostra salvezza.
Ogni giorno è un occasione  favorevole per permettere al Signore di coltivare, curare e sanare la nostra "pianta" dell'anima con i sacramenti della Chiesa.
I nostri anni non si contano con le candeline di una torta, ma con le opere di bene che possiamo fare per i nostri fratelli.
Come Gesù, il vignaiolo della parabola, impariamo da Lui a prenderci cura e attenzione dei fratelli, soprattutto di quelli da cui vorremmo tagliare i rapporti allo scorgere dei loro difetti.
Anche se siamo consapevoli del fatto che abbiamo faticato tanto per loro, e ci saremmo aspettati i frutti della riconoscenza per i nostri sacrifici e per le nostre fatiche, un giorno esse saranno premiate.
Anche il vignaiolo della parabola, sa bene che dovrà lavorare sodo per una pianta giudicata male già in partenza, ma non si scoraggia.
Per Lui quella pianta è più preziosa rispetto alle altre piante presenti nella vigna.
Egli non "zappa " solo un lato della pianta, non ha interesse solo di un "aspetto", di essa ma si occupa di tutta l'intera pianta.
Gesù, fa che, leggendo gli avvenimenti come inviti a convertirmi, non sciupi il tempo invano e mi impegni ad essere ricco di frutti a Te.

.
.

...
info@famigliasannicodemo.it
Torna ai contenuti