Vai ai contenuti

12 Aprile 2020 – Domenica di Pasqua, Risurrezione del Signore – Anno A

Questo è il giorno che Tu, Signore, hai fatto per ricordarmi che sei vivo per sempre: fa che mi rallegri ed esulti per la Tua resurrezione.

     La Famiglia Missionaria San Nicodemo é una nascente comunità missionaria cattolica, comprendente un'istituzione religiosa clericale  –  già costituita come associazione pubblica di fedeli, in vista di essere eretta in istituto religioso di diritto diocesano,  dal Vescovo di Luebo (Repubblica Democratica del Congo) – e, come progetto, anche un'istituzione religiosa femminile e un'associazione ecclesiale. L’ispirazione della nascita della Comunità,  é scaturita dalla considerazione della vita di San Nicodemo Abate sul monte Kellerana, che si trova  nel territorio di Mammola (Reggio Calabria), in Italia. Questo corrispondente Sito Web, intende svolgere una funzione di informazione e formazione culturale e religiosa, anche per ottemperare ad una delle opere di apostolato prevista dagli statuti della stessa Comunità.

.

B   A   C   H   E   C  A
          Mascherina fai da te   
            Una modalità economica per realizzarla             

Si realizza con una attrezzatura e dei materiali accessibili, sia riguardo al loro costo sia riguardo al loro reperimento.
      Leggi in Italiano            Lees en Español             Read in English            Lis en Français      
.-.
.



.                     



.                     
.-.

.


Il  Vangelo  della  Domenica

12 Aprile 2020 – Domenica di Pasqua, Risurrezione del Signore – Anno A


Egli doveva risuscitare dai morti.

Dal  Vangelo di Gesù Cristo secondo Giovanni (Gv 20,1-9)

Il primo giorno della settimana, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di mattino, quando era ancora buio, e vide che la pietra era stata tolta dal sepolcro.
Corse allora e andò da Simon Pietro e dall'altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l'hanno posto!».
Pietro allora uscì insieme all'altro discepolo e si recarono al sepolcro. Correvano insieme tutti e due, ma l'altro discepolo corse più veloce di Pietro e giunse per primo al sepolcro. Si chinò, vide i teli posati là, ma non entrò.
Giunse intanto anche Simon Pietro, che lo seguiva, ed entrò nel sepolcro e osservò i teli posati là, e il sudario - che era stato sul suo capo - non posato là con i teli, ma avvolto in un luogo a parte.
Allora entrò anche l'altro discepolo, che era giunto per primo al sepolcro, e vide e credette. Infatti non avevano ancora compreso la Scrittura, che cioè egli doveva risorgere dai morti.

.

L'immagine a sinistra rappresenta il logo della Associazione "Amici Missionri di Tshikapa", che è nata con l'intento di sostenere le necessità economiche della Associazione Clericale della Famiglia Missionaria San Nicodemo, sia riguardo alle sue attività di apostolato sia riguardo alle spese di vitto, alloggio e formazione dei suoi membri.
Cliccando sull'immagine si accede al sito web relativo, dove si hanno anche le indicazioni per eventuali donazioni.

.

 
Sopportando la sofferenza,
 
Gesù è pervenuto alla perfezione della Risurrezione,
 
ed è divenuto causa e modello
 
della nostra quotidiana rinascita nell’amore.
 
Buona Pasqua 2020

.

"Due Case a Tshikapa"

La visita del Fondatore a Tshikapa nel mese di Settembre 2018

              
  ... il Fondatore e Superiore generale della Famiglia Missionaria San Nicodemo – Associazione Clericale, associazione in vista di diventare Istituto  Religioso di diritto diocesano, è stato a Tshikapa, nella Diocesi di Luebo, in Repubblica Democratica del Congo, dove ha incontrato i suoi Confratelli che vivono in Africa. ...
                                                                                                        (Leggi tutto)

9 Ottobre 2018

                                     a cura della Redazione

.

“Colui che tu ami è malato”
   ... Egli desidera rafforzare, così, la loro fede in Dio e mostrare loro, quei segni anticipatori della sua morte, in quella di Lazzaro, che lasciano spazio alla sua prossima risurrezione e alla sua Pasqua. Questi segni sono rappresentati dalla pietra rotolata dal sepolcro, dalle bende e dal sudario del morto. Solo l’apostolo Pietro e Giovanni, successivamente, avranno la grazia di vedere la pietra ribaltata dal sepolcro di Gesù, le sue bende ...

29 Marzo 2020

     di Sac. Giuseppe Biamonte.    

.


La Santissima Trinità, come la Sacra Famiglia, viene invocata dalla Famiglia San Nicodemo, in particolare, per il carattere familiare che si vuole vivere in comunità.

Santa Francesca Saverio Cabrini, dalla Famiglia San Nicodemo,  viene invocata perché festeg- giata nel giorno in cui si è aperta la prima casa della Famiglia stessa.

.

Preghiera a San Giovanni Battista
***
O glorioso San Giovanni Battista,
maestro di verità, preghiera e penitenza,
amico di Gesù e protettore nostro,
insegnaci le tue virtù.

Per tutti gli uomini, specialmente per quanti ti invocano,
ottieni dal Signore
il bene dell'anima e fiducia nella sua provvidenza.

Aiutaci a ricercare una vita sobria ed essenziale, che,
nel Santo Spirito,
abbia al centro la comunione con il Padre e con i fratelli,
e sia luce di salvezza per quanti vivono nel male e ne sono oppressi.

Con il sostegno di Maria Regina,
implora, per il mondo intero, il rispetto della vita umana e la pace.


Sac. Tommaso Boca

...
info@famigliasannicodemo.it
Torna ai contenuti